A cura di Giuliana Cossettini, Naturopata, esperta in Antiaging e pratiche di respirazione ritmica

Invecchiando tutti gli ormoni decadono, mentre si innalza l’INSULINA, per un meccanismo fisiologico e naturale di compensazione. Sappiamo che le cellule dei muscoli sono molto sensibili all’attività dell’insulina perché mette loro a disposizione il carburante per muoversi.
Ma se i muscoli sono inattivi, l’insulina va a formare depositi di grasso. Le diete che tendono ad abbassare l’insulina non servono perché vanno contro un meccanismo fisiologico di compensazione, e quindi se non si modificano le condizioni ormonali generali non si ottengono risultati.

Il TESTOSTERONE protegge dal tumore alla prostata e dalla calvizie, con meno peli corporei e nasali e minore rischio di infarto.
Nell’OBESITA’ VISCERALE / SINDROME METABOLICA / IPERINSULINEMIA si usano accorgimenti nutrizionali per liberare il testosterone che è lipolitico, riduce il grasso addominale, l’insulino resistenza e l’iperglicemia.
Il maschio, man mano che perde testosterone, tende a depressione costante ed irritabilità. Tutti i maschi sono carenti di testosterone nella società moderna. Per aumentarlo bisogna formulare piani alimentari con orari specifici di assunzione del cibo.

DHEA e CORTISOLO in carenza o con dei picchi, stimolano il desiderio di mangiucchiare frequentemente cibo dolce o salato, o entrambi. Chi ha cortisolo basso deve fare tanti piccoli spuntini con pochi carboidrati e poche calorie e fare un digiuno intermittente, cioè saltare un pasto.

Stanchezza costante tutto il giorno, caldane con sudorazione notturna, perdita di memoria, perdita di libido, seno cadente e svuotato, secchezza vaginale nella femmina e attacchi di ansia nel maschio sono dovuti a carenza di estrogeni e/o di progesterone. Mentre l’aumento del volume del seno e l’aumento di peso sono in genere legati all’aumento di estrogeni con un feedback negativo sulla funzione tiroidea.
Gli ESTROGENI stimolano il sistema nervoso ortosimpatico, il PROGESTERONE stimola il parasimpatico.
I livelli di progesterone nel maschio occidentale sono sempre inferiori al necessario, proprio come il DHEA, a causa dell’eccessivo stress.

Per la neuroplasticità a livello cerebrale i tre ormoni più importanti sono il Pregnenolone, il Dhea e il Progesterone attraverso il suo metabolita, l’aldopregnenolone, che ha un effetto rilassante e induttore del sonno. Molte malattie degenerative cerebrali sono inversamente correlate con la presenza di Pregnenolone.
Il PREGNENOLONE è un ormone derivato dal COLESTEROLO, che si adatta a trasformarsi in CORTISOLO, in TESTOSTERONE o in DEHA, a seconda delle necessità del corpo. Tutte le piante adattogene hanno un nucleo di pregnenolone (ginseng, eleuterococco, maca). Non vanno assunte di continuo, ma solo per brevi periodi di 21-30 giorni ad intervalli.

La NUTRIZIONE ANTI-AGE rappresenta lo strumento di base per regolare l’organismo a tutti i livelli. Le serate di cucina antiage aiutano a prendere spunti per migliorare il proprio profilo ormonale.

I checkup completi non invasivi sono in grado di valutare l’assetto ormonale e la composizione corporea per stimolare diversi stili di vita atti a migliorare lo stato di salute psico fisica.
La Naturopata Giuliana Cossettini riceve su appuntamento presso la GEM – via Canova, 13 Feletto Umberto (UD).
Per info e appuntamenti tel. 0432 574002 | mail info@gem-nutrivita.it

 

Per il ciclo di incontri di CUCINA ANTIAGING che tratterà vari aspetti legati al benessere: buonumore, dormire bene, sessualità, longevità…
Martedì 7 GIUGNO alle ore 19.30 è in programma LA CUCINA PER LA LONGEVITA”.
Le competenze di Serena de Prophetis, Insegnante di Cucina e Alimentazione Naturale e di Giuliana Cossettini, Naturopata con specializzazione in Antiaging si uniranno per serate tematiche con lo scopo di favorire la salute e la vitalità! Per saperne di più e conoscere le date vai al Calendario Cucina

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono indicati con (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>